Giovedì, 18 Aprile 2024

Porto di Venezia

COMUNICATO STAMPA

Confetra Nord Est analizza con il Presidente Di Blasio lo stato dei dossier più caldi che riguardano il Porto di Venezia

Alla riunione hanno partecipato anche il Presidente di Confetra nazionale De Ruvo con il Direttore Generale Mele, il Presidente nazionale di Federagenti Santi e il Segretario Generale di Alsea Cappa

 

 (Venezia 2 marzo 2023) +++ Organizzato da Confetra Nord Est si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Fulvio Lino Di Blasio, accompagnato dal Segretario Generale Antonella Scardino, e il direttivo dell’ Associazione nella nuova sede di Marghera, al Vega.  Alla riunione, oltre al direttivo di Confetra Nord Est, a sottolineare l’importanza dell’appuntamento, hanno partecipato anche il Presidente di Confetra Carlo De Ruvo con il Direttore Generale Giuseppe Mele, il Presidente nazionale della Federazione Nazionale Agenti, Raccomandatari marittimi e Mediatori marittimi Alessandro Santi e il Segretario Generale di Alsea Andrea Cappa.

Un confronto quindi ai massimi livelli che ha avuto al centro il futuro dei Porti di Venezia e Chioggia, e che ha analizzato i principali temi “caldi” che riguardano i due scali in laguna.  In particolare è stata analizzata nel dettaglio la situazione relativa alla gestione dei fanghi e all’escavo dei canali e le questioni correlate che riguardano la definizione del Piano Morfologico, anche alla luce della attesa nomina del presidente dell’Autorità della Laguna e della sua attesa operatività. Molta attenzione anche per la croceristica e i tempi di messa a regime delle banchine dedicate a Chioggia e a Porto Marghera con le strutture per l’home port a Fusina.  Un focus specifico ha riguardato l’attuazione del Port Community System e della digitalizzazione, due partite diverse ma tra loro strettamente collegate.  Infine si è ragionato sulla gestione del Mose, con le limitazioni che pone all’accesso dei natanti, ed in particolare sulla annosa questione della Conca di Malamocco.  Se il problema della porta lato mare, da tempo fuori servizio, è in via di risoluzione, (proprio nei giorni scorsi la nuova porta costruita da Cimolai è partita da Monfalcone per Venezia) rimane il problema della impossibilità di accedere da parte delle navi più grandi per l’errato orientamento della struttura stessa.  L’unica soluzione è un importante intervento di ricostruzione e a questo proposito il Presidente di Federagenti, Alessandro Santi ha proposto al Presidente Di Blasio di avviare una consultazione con gli armatori  prima di iniziare ogni progettazione, per verificare con i diretti interessati quali siano le esigenze reali in termini di dimensionamento delle navi da accogliere. Un suggerimento accolto con favore dal presidente Di Blasio.   La riunione ha permesso quindi di aggiornare al presente lo stato di avanzamento dei progetti e delle iniziative legate al Porto e ha rafforzato il dialogo e la collaborazione tra Autorità di Sistema Portuale e  operatori.

 

Il Presidente Fulvio Lino Di Blasio commenta: “E’ stato un incontro molto importante e con rappresentanti che hanno anche un ruolo nazionale; si è trattato di una riunione molto stimolante che è andata in verticale sulle principali sfide che il sistema portuale  veneto sta affrontando dalla digitalizzazione al tema degli escavi, al tema del PNRR fino a quello della croceristica. Per noi è stata una opportunità per far conoscere il grosso lavoro che stiamo facendo, che spesso non abbiamo il tempo e il modo di comunicare ma allo stesso tempo abbiamo avuto modi di registrare meglio problematiche, esigenze e aspettative del cluster. Comunicare con persone che fanno questo lavoro è importante per noi perché ci permette di testare le nostre scelte ma anche per recepire degli input diretti da coloro  che stanno in banchina o che trasportano o che intermediano. Siamo molto soddisfatti anche del fatto che è uno degli appuntamenti che si stanno  organizzando e che questo percorso di dialogo, stimolo e confronto possa continuare”.

 

Il Presidente di Confetra Carlo De Ruvo sottolinea: L’incontro di Confetra Nord Est con il Presidente Di Blasio ha rappresentato un momento importante di confronto tra le aspettative delle imprese Confetra e i programmi e i progetti dell’ADSP, rispetto alle criticità infrastrutturali e operative da superare per rilanciare l’attività marittimo-portuale. Confetra ha apprezzato il metodo aperto e trasparente e il merito puntuale di ricognizione degli interventi e dei relativi tempi.

Va poi sottolineata la competenza e la competitività delle imprese di Confetra Nord Est, in grado di offrire un contributo positivo nell’individuare soluzioni e priorità di intervento all’oggettiva complessità operativa della Laguna e della portualità di Venezia. Da parte sua, Confetra nazionale si farà parte attiva nel promuovere tutte le misure necessarie al rilancio della portualità, nel mantenere li giusto equilibrio tra esigenze ambientali e vocazioni turistiche e commerciali.

 

Il Presidente di Confetra Nord Est Paolo Salvaro conclude: “Voglio ringraziare il presidente Di Blasio e il segretario generale  Antonella Scardino per questo incontro  che è stato molto approfondito e franco.  Abbiamo apprezzato la disponibilità del presidente della Adsp, ad ascoltare i nostri problemi e le nostre perplessità, ma anche abbiamo potuto toccare con mano l’ìmpegno e l’attenzione che sta mettendo nel trovare soluzioni concrete a tematiche estremamente complesse, che si trascinano da  anni e che sono prigioniere anche di una burocrazia con la quale per chiunque è difficile confrontarsi.  Da parte di Confetra c’è la massima disponibilità a continuare e rafforzare ulteriormente questa collaborazione che ha l’obiettivo comune di salvaguardare e promuovere l’attività del porto, di tutte le aziende che direttamente o indirettamente operano e con loro i tanti lavoratori interessati. Venezia dalla sua nascita è sempre stata una città che vive anche grazie al suo Porto e vogliamo che questo continui ad accadere anche in futuro”.