Sabato, 25 Maggio 2024

Attività UE

IL COMITATO DI PRESIDENZA CONFETRA INCONTRA LE ISTITUZIONI EUROPEE A BRUXELLES

 

Il Comitato di Presidenza Confetra, guidato dal Presidente Carlo De Ruvo, si è riunito per la prima volta a Bruxelles per una serie di incontri con i rappresentanti delle Istituzioni europee.

Dopo l’apertura dell’Ufficio di Rappresentanza nella Capitale europea, questa missione ha avuto un duplice obiettivo:
1. presentare ufficialmente Confetra e le priorità confederali per questo e per il prossimo ciclo istituzionale ai decisori politici europei;
2. porre le basi per rendere Confetra interlocutore strategico della Commissione e del Parlamento sui dossier relativi al trasporto e alla logistica.

Il Comitato di Presidenza ha incontrato Herald Ruijter, Direttore della Direzione della DGMove per discutere in particolare del problema rappresentato dai divieti unilaterali di transito settoriale e notturno imposti dall’Austria al Brennero, inoltre la delegazione ha presentato alla Commissione la recente Nota del proprio Ufficio Studi sui valichi alpini e le proposte per superare l’impasse negoziale.

‹‹La buona operatività dei valichi alpini, secondo la corretta applicazione dei principi di diritto europeo di libera circolazione delle persone e delle merci, è una questione critica e strategica non solo per il mondo del trasporto e della logistica: è una questione direttamente collegata alla competitività industriale del sistema paese›› ha dichiarato il Presidente De Ruvo.

Confetra reputa irrealistica l’idea di deferire in Corte di Giustizia l’Austria per i divieti al Brennero, alla luce delle procedure che affidano alla Commissione il compito preliminare e vincolante di dare la luce verde al governo che vuole denunciare un altro governo.

Secondo Confetra, questa Commissione ha sottovalutato i danni economici e sistemici di lasciare mano libera a Vienna in uno dei nodi strategici delle TEN-T e i danni politici di affidare ai governi austriaco, tedesco e italiano il compito di raggiungere un compromesso.

‹‹Per questo›› ha continuato il Presidente De Ruvo, ‹‹dal nostro punto di vista, ad essere colpevole di inadempienza è questa Commissione, che ha dimostrato di non voler svolgere il compito di “guardiana delle norme europee” sancito dal Trattato. Confidiamo nella nuova Commissione per un ripristino della legalità in uno dei nodi più strategici per il commercio intraeuropeo››.

Il Comitato di Presidenza ha poi incontrato il Rappresentante Permanente Aggiunto, Amb. Stefano Verrecchia, e il gruppo della Rappresentanza che si occupa di trasporti e logistica, per fare il punto sui dossier aperti e su quelli futuri.

Al primo posto, ancora una volta, la questione dei valichi alpini, seguita dai dossier legislativi nel contesto del Green Deal europeo.

‹‹Siamo molto soddisfatti del lavoro negoziale portato avanti dall’Italia sul dossier Euro7 e di questo abbiamo dato il dovuto merito all’Ambasciatore Verrecchia e ai suoi collaboratori. Si tratta di un segnale politico forte, che va nella direzione di un approccio più realistico e più sostenibile dal punto di vista socioeconomico nell’applicazione del Green Deal››, ha dichiarato il Presidente De Ruvo. ‹‹Auspichiamo che il buon senso prevalso su questo dossier di importanza strategica per il nostro sistema, possa essere replicato anche su altri dossier che riguardano il settore dei trasporti››.

Infine, il Comitato di Presidenza ha incontrato una delegazione di eurodeputati italiani delle commissioni Trasporti (TRAN) e Mercato Interno (IMCO) per presentare il sistema confederale e le sue priorità ed esaminare gli scenari negoziali.

‹‹Il nostro mondo è all’avanguardia sia nell’interpretare i bisogni di imprese e consumatori che nel reggere il passo delle sfide legate all’innovazione, alla digitalizzazione e alla sostenibilità. Diversi eurodeputati, in questa legislatura che ormai volge al termine, hanno avuto la capacità di ascoltare e interpretare le istanze del mondo del trasporto e della logistica, sottoposto a costanti sfide, soprattutto dopo la pandemia e alla luce della crescente instabilità internazionale››.

 Il Presidente De Ruvo ha sottolineato come siano cambiati i modi di consumo e di distribuzione, anche nelle aree urbane, e come questo richieda una riflessione informata e attenta sulle conseguenze sociali ed economiche delle proposte legislative del Green Deal legate ai trasporti.

 ‹‹Alcuni di loro questa riflessione l’hanno fatta. Per questo›› ha concluso De Ruvo ‹‹a nome mio e di Confetra li ringrazio per il servizio che stanno rendendo al sistema paese, con il forte impegno negoziale su dossier strategici come Euro7, CO2 camion e patenti di guida, e per il contributo che daranno a quelli sulla riforma doganale e sui pesi e le dimensioni dei camion. Ci auguriamo di poter continuare a lavorare al loro fianco anche nella prossima legislatura, con lo stesso spirito costruttivo e nel reciproco e necessario rispetto dei ruoli››.

Bruxelles, 10 ottobre 2023